LA FORESTA DEI DRAGHI DEL LATEMAR

LA FORESTA DEI DRAGHI DEL LATEMAR a PREDAZZO in VAL DI FIEMME (Trentino)

 
Dall’estate 2011 mi sono ispirata alla natura della Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino, dando vita a due progetti di sviluppo territoriali: La foresta del draghi (Latemar-Predazzo) e la galleria d’arte a cielo aperto RespirArt (Latemar-Pampeago). Il primo mi ha visto impegnata a creare la favola I DRAGHI DEL LATEMAR dalla quale è nato un percorso per bambini realizzato con opere di land art, come il Nido di Drago di Marco Nones. Quindi, ho reliazzato alcuni libro-gioco per stabilire un contatto bambino-drago nella natura. 
Beatrice Calamari 
 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 
 
 

Giocolibro Rametal di Beatrice Calamari

 LA FORESTA DEI DRAGHI – passeggiata “fantastica” fra dieci opere di Land Art (Arte del Territorio) che annunciano la presenza dei draghi sul Latemàr. Prendendola telecabina Predazzo – Gardoné ( a quota 1650 mt),  si raggiunge la partenza del sentiero ad anello. Si passeggia fra uova di drago, impronte di artigli, incisioni sulla roccia, curiose “arcofalene”, pietre del fuoco, una gigantesca “farfalla regina”, un albero cavo e verso l’arrivo si può ammirare il magnifico nido di drago sorretto da tre alberi rovesciati.Escursione facile – durata 1.30 h.

Nido di drago, opera di land art di Marco Nones - foto di Eugenio Del PeroI bambini scoprano il nido di drago del racconto I DRAGHI DEL LATEMAR di Beatrice Calamari

 

I bambini scoprano il nido di drago del racconto I DRAGHI DEL LATEMAR di Beatrice Calamari

La foresta dei draghi - opera tratta dal racconto di Beatrice CalamariDrago Kurlow - opera di Elio Vanzo - Racconto di beatrice Calamari - Foresta dei dragi del Latemar

 UN PREMIO PER LA FORESTA DEI DRAGHI

TRENTO -Gli studenti dell’Istituto d’Arte Soraperra di Pozza di Fassa, diretto dalla professoressa Mirella Florian, durante l’anno scolastico 2010-11 hanno sviluppato un progetto di land art (arte del territorio) per la società Latemar 2200 di Predazzo, con il coordinamento del professor Claus Soraperra e la guida dei professori Flavio Tessadri e Rosa Ferrari, gli studenti delle classi di quinta e seconda hanno realizzato i disegni e i modellini delle opere d’arte che saranno esposte nella “Foresta dei Draghi”, accanto al rifugio Gardoné, durante l’estate. Un lavoro che ha ottenuto il premio del Concorso del Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di Trento “Scuola e Industria lavorano in partnership”. I ragazzi di Pozza sono arrivati fra i prime tre vincitori, su un totale di 26 progetti presentati e 2200 studenti coinvolti. Alla premiazione, che si è svolta martedì 10 maggio nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Buonarroti, hanno partecipato Ilaria Vescovi, presidente di Confindustria di Trento e Alberto Pacher, vice presidente della Provincia Autonoma di Trento.

I disegni dei draghi, volti a promuovere il nuovosentiero tematico di Gardoné, e le nove istallazioni progettate con materiali naturali “donati dal bosco” sono stati ideati ispirandosi al racconto “i draghi del Latemar” di Beatrice Calamari. La passeggiata “fantastica” realizzata con la direzione artistica di Marco Nones e la collaborazione di Dario Zorzi, resterà aperta al pubblico ogni estate. Adulti e bambini potranno così compiere un giro ad anello di un’ora e mezza, fra uova di drago, impronte di artigli, incisioni sulla roccia, pietre del fuoco e alberi cavi.

Il successo degli studenti di Pozza è un motivo d’orgoglio perla società Latemar 2200 che nell’estate 2011 presenterà due nuovi sentieri tematici e spettacolari attività per le famiglie con lo slogan “Latemàr, montagna animata”.

Studenti d'arte - opera LA ROCCIA DELLA PROFEZIA - ispirata al racconto I DRAGHI DEL LATEMARALI DI DRAGO dal libro I DRAGHI DEL LATEMAr - Foresta dei DraghiSEGUI LE ORME DEL CORVO GROVIGLIO per incontrare I DRAGHI DEL LATEMAR- racconto di Beatrice Calamari

 
 
 
Annunci

4 thoughts on “LA FORESTA DEI DRAGHI DEL LATEMAR

  1. Brava Bea, riuscire a far confluire la propria “follia” nella cratività significa non disperderne inutilmente l’energia positiva sprigionata… un grande abbraccio!

  2. Pingback: Ski Center Latemar « miprendoemiportovia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...